Giovedí
19 Ottobre 2017

BANDO ASSEGNAZIONE ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA

Si informa che, con deliberazione n. 16 del 11.03.2014,  è indetto il  bando per l’assegnazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica ai sensi del Regolamento regionale n. 5 del 27/03/06 avente per oggetto: “Modifiche al regolamento regionale n. 1 del 10/02/2004 (Criteri generali per l’assegnazione e la gestione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica) ”.

Gli alloggi che si prevedono disponibili a seguito del bando nel semestre di validità della graduatoria   ( 1 luglio 2014 – 31 dicembre 2014) sono n. 2 alloggi e hanno come soggetto gestore il Comune o l’ALER;

Gli alloggi vengono assegnati secondo l’ordine della graduatoria comunale, risultante dalla procedura informatica regionale e coloro che:
- Siano residenti in Regione Lombardia da almeno cinque anni e nel periodo immediatamente precedente alla data di presentazione della domanda e a coloro che  prestano la propria attività lavorativa esclusiva o principale in Regione Lombardia da almeno cinque anni nel periodo immediatamente precedente alla data di presentazione della domanda;

- ai cittadini, il cui Comune di residenza e quello in cui si presta l’attività  lavorativa, non abbia indetto il bando per due semestri consecutivi sino ad un massimo del 10% degli alloggi del punto 1.2, lett. a) che si rendono disponibili nel semestre;

- ai lavoratori che svolgeranno la nuova attività ovvero si tratti, comunque, di lavoratori destinati a prestare servizio presso nuovi insediamenti o attività produttive nel Comune, a seguito della perdita della precedente attività lavorativa esclusiva o principale, a causa di ristrutturazione industriale o di eventi a loro non imputabili;

- lavoratori che saranno assunti in base ad accordi con le organizzazioni sindacali di settore, a seguito di piani di sviluppo occupazionale nel Comune;

-il concorrente sia un emigrato italiano all’estero.

Nell’assegnazione degli alloggi recuperati è data priorità ai precedenti occupanti, purchè siano in possesso dei requisiti soggettivi previsti dal Lr 1/2004 e il cui ISEE-erp non sia superiore a 35.000,00 euro. Tali assegnatari non sono collocati in graduatoria trattandosi di mobilità interna all’erp.
 
Il Comune ha previsto di non destinare alloggi a favore delle Forze dell’Ordine e ai Corpi Speciali;

Il Comune ha la possibilità di assegnare in deroga alla posizione in graduatoria ovvero in caso di mancata presentazione della domanda ai fini dell’ultima graduatoria pubblicata, purché sussistano i requisiti per l’accesso all’erp di cui al punto 2, può disporre con specifico atto, in via d’urgenza, l’assegnazione di un alloggio di erp ai nuclei familiari che:

  • - debbano forzatamente rilasciare l’alloggio in cui abitano a seguito di provvedimento esecutivo riconosciuto ai fini della graduatoria e non sia possibile sopperire alla sistemazione abitativa del nucleo familiare secondo i tempi previsti per la graduatoria salvo che per sfratto per morosità di alloggi di erp e/o di occupazione abusiva;
  • - siano assoggettati a procedure esecutive di sfratto riconosciute ai fini della graduatoria per una delle condizioni previste dall’art. 80, comma 20, della legge 388/2000:
  • - hanno nel nucleo familiare componenti ultrasessantacinquenni;
  • - hanno nel nucleo familiare componenti handicappati gravi affetti da minorazioni o malattie invalidanti, che comportino una percentuale d'invalidità, certificata ai sensi della legislazione vigente, pari o superiore al 66%;
  • - i nuclei familiari di cui al punti 1 e 2 non devono disporre di altra abitazione o di redditi sufficienti ad accedere all’affitto di una nuova casa;
    -abbiano rilasciato o debbano rilasciare l’alloggio a seguito di calamità naturali quali alluvioni, terremoti, frane ovvero eventi imprevisti quali esplosioni, incendi, crolli o altro ad essi riconducibili;
    -necessitino di urgente sistemazione abitativa, a seguito di gravi eventi lesivi dell’integrità psico-fisica e personale, con particolare riguardo alle donne e ai minori per i quali è intervenuta l’assistenza del Comune alla data della domanda;
    -siano privi di alloggio o si trovino in alloggio antigienico ovvero in alloggio improprio benché collocati in graduatoria non è stato possibile provvedere all’assegnazione di un alloggio di erp entro i tre mesi successivi dalla data di pubblicazionedella graduatoria stessa;
    le assegnazioni in deroga (art. 14 del Lr 1/2004) non possono superare il 25%, con arrotondamento all’unità superiore, degli alloggi disponibili prevedibilmente per ciascun semestre di validità della graduatoria, salvo espressa autorizzazione della Giunta regionale.
    in deroga ai requisiti soggettivi ai nuclei familiari ove si tratti di garantire:

    1. la sistemazione in alloggi adeguati sotto il profilo igienico-sanitario di soggetti con patologie croniche invalidanti a prognosi infausta senza fissa dimora o soggetti a sfratto esecutivo e che eventualmente necessitino di assistenza sanitaria domiciliare;
    2. alle famiglie un alloggio, come condizione posta dai servizi sociali del comune per evitare l’allontanamento di figli minori legittimi, naturali riconosciuti o adottivi conviventi, ovvero per consentire il ritorno in famiglia;

     
    2.         Requisiti generali per la partecipazione all’assegnazione
    2.1         Può partecipare al bando per l’assegnazione di un alloggio di erp il soggetto in possesso dei seguenti requisiti:

    1. cittadinanza italiana o di uno Stato aderente all’Unione europea o di altro Stato, qualora il diritto di assegnazione di alloggio erp sia riconosciuto in condizioni di reciprocità da convenzioni o trattati internazionali, ovvero lo straniero sia titolare di carta di soggiorno o in possesso di permesso di soggiorno come previsto dalla vigente normativa;
    2. residenza anagrafica o svolgimento di attività lavorativa esclusiva o principale in Regione Lombardia, come già indicato alla lettera a) del precedente punto 1.3., il requisito della residenza anagrafica non è richiesto nei seguenti casi:
    3. qualora il Comune sia quello prescelto dal concorrente ai sensi del punto 1.3 lett. b);
    4. lavoratori che a seguito della perdita della precedente attività lavorativa esclusiva o principale per la quale è stata riconosciuta la condizione di stato di disoccupazione del concorrente ai fini della graduatoria, a causa di ristrutturazione industriale o di eventi a loro non imputabili, presentino domanda nel Comune dove svolgeranno la nuova attività ovvero si tratti, comunque, di lavoratori destinati a prestare servizio presso nuovi insediamenti o attività produttive nel Comune stesso;
    5. lavoratori che saranno assunti in base ad accordi con le organizzazioni sindacali di settore, a seguito di piani di sviluppo occupazionale;
    6. il concorrente sia un emigrato italiano all’estero, per il quale è ammessa la partecipazione per tre Comuni della Regione;
    7. assenza di precedente assegnazione in proprietà, immediata o futura, di alloggio realizzato con contributo pubblico o finanziamento agevolato in qualunque forma, concesso dallo Stato, dalla Regione, dagli enti territoriali o da altri enti pubblici, sempre che l’alloggio non sia perito senza dare luogo al risarcimento del danno;
    8. assenza di precedente assegnazione in locazione di un alloggio di erp, qualora il rilascio sia dovuto a provvedimento amministrativo di decadenza per aver destinato l’alloggio o le relative pertinenze ad attività illecite che risultino da provvedimenti giudiziari e/o della pubblica sicurezza;
    9. non aver ceduto in tutto o in parte, fuori dei casi previsti dalla legge, l’alloggio eventualmente assegnato in precedenza in locazione semplice;
    10. non essere titolare del diritto di proprietà o di altri diritti reali di godimento su alloggio adeguato alle esigenze del nucleo familiare nel territorio nazionale. è da considerarsi adeguato l’alloggio con una superficie convenzionale complessiva, data dalla superficie utile più il 20% per aree accessorie e servizi, nelle seguenti misure:


    superficie convenzionale in mq
    Superficie utile superficie accessoria superficie totale componenti nucleo familiare
    45 9 54 1 - 2
    60 12 72 3 - 4
    75 15 90 5 - 6
    95 19 114 7 o più

    La superficie utile dell’alloggio in diritto di proprietà è misurata al netto dei muri perimetrali ed interni

    1. non sia stato sfrattato per morosità da alloggi erp negli ultimi 5 anni e abbia pagato le somme dovute all’ente gestore, fatte salve le situazioni di accertata difficoltà nel pagamento dei canoni e dei servizi;
    2. non sia stato occupante senza titolo di alloggi erp negli ultimi 5 anni.

    2.2         I requisiti soggettivi debbono essere posseduti dal concorrente e, limitatamente a quanto previsto dalle precedenti lettere c), d), e), g), h) e i) del punto 2.1, da parte degli altri componenti il nucleo familiare alla data della domanda, nonché al momento dell’assegnazione e debbono permanere in costanza del rapporto di locazione. 

    IL BANDO E' STATO INDETTO DAL 01.04.2014 AL 30.06.2014.

    SI ALLEGA GRADUATORIA PROVVISORIA

    DocumentiDimensione
    allegati bando erp 2014.pdf234 KB
    graduatoria_Provvisoria_Bando_5.pdf29.75 KB
    graduatoria_Definitiva_Bando_5.pdf27.63 KB