Sabato
21 Ottobre 2017

Contenimento Piccioni

Il problema del sovraffollamento di piccioni sul territorio è estremamente complesso e non è possibile risolverlo nel giro di pochi anni.
Per sperare di ottenere risultati apprezzabili è importante, altresì, che tutta la comunità (non solo l'amministrazione) si faccia carico di questo problema, fornendo il suo piccolo contributo al perseguimento dello scopo comune.
 
Dopo lo studio e gli interventi in Castello, si sta inviando comunicazione ai proprietari di immobili che ospitano (o potrebbero ospitare) colonie di Piccioni perchè adempiano alla Ordinanza del Sindaco n°117 del 23/12/2004 e n° 7 del 25/01/2005 che dispone:
"ai proprietari e amministratori di fabbricati e a chiunque ne abbia la disponibilità di provvedere a loro cura e spese, alla chiusura delle aperture e degli accessi ai luoghi di sosta e nidificazione dei piccioni, nonché alla schermatura con apposite reti delle aperture dei soffitti oltre all'applicazione di respingitoi, costituiti in aghi metallici, da collocarsi su tutte le sporgenze, che fungono da posatoi al fine di evitare gli accumuli di guano dovuti allo stazionamento dei colombi" e "il lavaggio, con eventuale prodotto disinfettante, in luoghi in cui la presenza di posatoi determini abbondante defecazione al suolo e conseguenti depositi di guano"
 
Questa comunicazione si propone lo scopo di diminuire la "capacità portante" dell'ambiente, cioò la quantità di volatili che l'ambiente è in grado di ospitare. Così facendo, si indurrà una naturale diminuzione della popolazione presente sul territorio.
 
Alcuni semplici consigli per ridurre lo "spazio vitale" dei piccioni sono, o semplicemente per ridurre il fastidio che essi ci arrecano: 
  • Occludere con rete di nylon gli accessi privi di chiusura a sottotetti, solai, mansarde o spazi altri che possano rivelarsi propizi alla nidificazione dei piccioni;
  • Per evitare che i piccioni si posino su davanzali o ringhiere è possibile montare un filo di acciaio su appositi supporti posto a pochi cm dalla superficie da difendere, in questo modo l'uccello non riuscirà più a posarsi;

  • Evitare di fornire, anche indirettamente, fonti di cibo alle colonie di volatili.
 
Per ulteriori informazioni contattare l'Ufficio Ambiente.
 

L'INTERVENTO IN CASTELLO

Nel Castello Visconteo è stato effettuato un delicato intervento di dissuasione, mediante reti e cavi ad impulso elettrico che, sia pur quasi invisibili, rendono impossibile la nidificazione e lo stazionamento ai piccioni sulle torri e nel loggiato inferiore. Siti che storicamente erano stati invasi dal fastidioso ospite pennuto. Durante i lavori di installazione dei dissuasori si è provveduto alla disinfezione e pulizia del guano dell'intera area trattata.

LO STUDIO SVOLTO


Si riporta di seguito la stima della popolazione di Piccioni (Columba livia) ottenuta del censimento nell'ambito del più ampio studio svolto nel 2004.

Per verificare se le politiche volte al contenimento della specie stanno dando i loro frutti è gia in atto un secondo breve censimento, che mostrerà se la tendenza della popolazione è quella sperata.

                
 
DocumentiDimensione
Casa mia ospita piccioni-Cosa Fare.pdf579.15 KB
Nuova ordinanza Piccioni.pdf143.86 KB