Venerdí
15 Dicembre 2017

Risanamento ambiente, bonifica e smaltimento amianto.

Obbligo di autonotifica della presenza di amianto
 
In attuazione della legge Regionale n. 17 del 2003, la Regione Lombardia, attraverso l'adozione del PIANO REGIONALE AMIANTO - PRAL, si è posta come obbiettivo di realizzare entro 10 anni in Lombardia Il censimento dell'amianto e la sua completa eliminazione.
 
L'amianto, infatti, rappresenta un pericolo per la salute dell'uomo, in particolare il rilascio di fibre cangerogene nell'ambiente di vita o di lavoro provoca malattie gravi come il cancro per il polmone e per la pleura e l'asbestosi.
 
Per il raggiungimento della completa eliminazione dell'amianto, sono stati previsti interventi preliminari, tra cui il censimento di tutte le strutture ed edifici che possono ancora oggi contenere amianto (manufatti contenenti amianto in matrice compatta, materiali contenenti amianto in matrice friabile, manufatti in cemento amianto come lastre ondulate di copertura (eternit), pannelli di controsoffittatura, canne fumarie, tubazioni, cassoni per l'acqua, lastre piane). Fondamentale sarà monitorare nel tempo il loro stato di conservazione ed arrivare alla loro completa rimozione e smaltimento.
 
Per questo la Regione Lombardia ha previsto che il censimento avvenga attraverso l'autonotifica da parte dei proprietari delle strutture e dei luoghi che lo contengono, rendendo quindi il cittadino un attore principale della tutela della propria salute.


PROTOCOLLO VALUTAZIONE AMIANTO

PROTOCOLLO VALUTAZIONE COPERTURE

L.R. 17/2003

D.G.R. 1526/2005

D.D.G. 13237

INDICE DI DEGRADO

ALLEGATO 4